Chi ha detto che la birra si può solo bere? Forse vi siete fatti sfuggire la notizia destinata a cambiare il destino di molti: la birra spalmabile è diventata realtà. Nutella, spostati per favore.

L’invenzione è tutta italiana e proviene dalla Cioccolateria Napoleone di Rieti in collaborazione con il Birrificio Alta Quota, che dal 2010 produce birra artigianale.

La nuova birra spalmabile è in grado di soddisfare anche i più esigenti, grazie alla possibilità di scegliere tra due diverse varianti: la bionda e la scura. La prima è stata rinominata Golden Ale Spreadable Beer ed ha un gusto floreale e delicato, perfetto per accompagnare secondi di pesce e dolci a base di frutta ma anche formaggi spalmabili e dal sapore non troppo intenso; mentre la seconda, la Dark Ale Spreadable Beer, mantiene le peculiarità della birra scura, dalle note decise e intense, che si abbinano perfettamente a piatti con carni rosse, selvaggine, formaggi ad alta stagionatura e salumi, riuscendo anche ad esaltare il sapore di cioccolato dei dolci che ne sono caratterizzati.

La grande notizia è che la si può mangiare in grandi quantità ed anche i più piccoli potranno gustarla perché, come affermano i due imprenditori, è assolutamente analcolica grazie al processo di lavorazione che ne disattiva tali proprietà: gli assaggiatori di oggi, con ogni probabilità, diventeranno i bevitori di domani.

Detto ciò, sù i bicchieri… anzi, i coltelli!

Related Posts


L’hamburger vegano non si deve chiamare hamburger: arriva la “legge”

Non chiamiamoli hamburger se non contengono carne. Lo dice la commissione agricoltura del Parlamento Europeo che ha approvato nuove norme, che vieteranno l’utilizzo di nomi utilizzati per piatti a base di carne per alimenti vegetali. Com’era accaduto anche col latte, essi potrebbero cambiare nome. Potrebbero volerci diversi anni prima che il regolamento entri in vigore […]

14.05.2019

La sorprendente storia dell’amaro: 4 cose che non sapevi

Lo sorseggiamo spesso a fine pasto, per digerire meglio, e perché il suo sapore pungente ci aiuta a “lavare” il palato da tutto il gusto intenso di ciò che abbiamo mangiato: l’amaro è un antico elisir dalle proprietà terapeutiche e dalla storia sorprendente. Ecco perché. 1. Perché “amaro”? Il termine si riferisce ad una bevanda […]

07.05.2019

Non fare il gallo (se sei un polletto): ecco le differenze

Sapeste riconoscere un galletto da un pollo? La risposta è molto meno scontata di quanto potreste mai immaginare. E no, la dimensione non è l’unica cosa che c’entra. La differenza tra pollo e gallo si riduce a due variabili: l’età e il sesso dell’animale. Nonostante i termini siano spesso utilizzati come sinonimi, ci sono più […]

02.05.2019

Comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *