Esiste un proverbio siciliano che dice che il mangiare e il vestire seguono i gusti di chi compie tali azioni. Ma hai mai fatto attenzione al modo in cui addenti il panino? L’approccio al cibo, infatti, può rivelare molto della tua personalità. Quale “mangiatore” sei?

  • Il mangiatore lento: sei solito gustare in maniera molto, molto lenta, ogni boccone. In generale, ti piace vivere in maniera intensa ogni attimo della tua esistenza. Ciò che ti caratterizza è, da un lato, la capacità di resistere allo stress e alle pressioni esterne ma, dall’altro, una certa testardaggine che, a volte, sfocia in episodi di egocentrismo.
  • Il sommozzatore: se appartieni a questa categoria, hai ormai maturato una grande capacità tecnica in fatto di apnee respiratorie. Infatti, non appena ti viene presentato il cibo, mangi tutto senza neppure prendere il respiro. Tuttavia, nel frattempo sei intento a svolgere altre attività, mettendo te stesso in secondo piano, come rispondere al cellulare, inviare e-mail, parlare con chi ti sta accanto. L’altruismo sembra essere il tuo punto di forza ma, in realtà, i tuoi livelli di stress, col passare del tempo, possono raggiungere picchi molto alti, a causa della tua incapacità di comprendere l’importanza di seguire i tempi di cui necessiti, senza strafare.
  • Lo schizzinoso: ogni volta che non sei tu a cucinare, attivi il super potere ai raggi X. Le domande che ti poni solitamente sono “sarà stato tutto preparato col massimo dell’igiene?” o “da dove provengono i prodotti che mangio?”.
    Sebbene tu abbia l’apparenza di uno che fa dell’antipatia il suo punto forte, in realtà sei deciso e curioso: ti piace porti e porre continuamente quesiti esistenziali.
  • L’organizzatore: disponi in maniera ordinata le singole pietanze nel piatto, stando attento che l’uno non invada gli spazi dell’altro. Nella vita sei una persona molto organizzata e precisa ma, d’altro canto, odi delegare.
  • Il mixer: ti piace amalgamare cibi dai sapori anche contrastanti, così come nella vita ami sperimentare esperienze sempre nuove. Tuttavia, non riesci a dare le giuste priorità a tutto ciò che ti riguarda, cadendo, spesso, in un tunnel di totale confusione.
  • Il chiassoso: hai un solo limite nella vita, quello di non saper masticare con la bocca chiusa, condividendo tutti i rumori che ciò comporta. Non ti importa che gli altri ti giudichino perché sei un vero e proprio spirito libero. A comandare è sempre l’istinto.

Related Posts


Il curioso caso del fungo che sa di pollo

È l’unico fungo che sa di pollo. Grazie a questa caratteristica viene chiamato dal mondo anglofono, a ragion veduta, the chicken of the woods, ossia la gallina dei boschi. Il suo nome è Laetiporus Sulphureus. Si tratta di un fungo piuttosto vistoso che cresce sui tronchi di latifoglie mature o cadute. La sua struttura è […]

02.04.2019

Coca-Cola: 4 cose (davvero) assurde che non vi sareste mai aspettati

Diciamocelo pure, la Coca-Cola non si è mai accontentata di essere una delle tante bevande consumate nel nostro Paese, ma ha voluto, fin dall’inizio, conquistare un posto nel cuore della gente, diventando simbolo di felicità, convivialità e condivisione. La sua storia è lunga, unica e ricca di curiosità. Eccone 4! Coca-Cola o Coca-ina? Quante volte […]

29.03.2019

5 insalate dal mondo: la rivincita del piatto dalla fama “light”

Stiamo per parlarvi di INSALATA.Siate sinceri, a quanti di voi viene in mente un piatto di sola lattuga, triste e poco condito? In realtà, le insalate sono molto più di un pasto tipico della dieta dalla facile e veloce preparazione. A dirla tutta, possono diventare un’esperienza enogastronomica di tutto rispetto! Non ci credete? Mettetevi comodi: state […]

19.03.2019

Comments


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *